Featured Video Play Icon
Speed ramping: un trucco per accelerare e rallentare con Filmora
1 febbraio 2018
Featured Video Play Icon
YouTube o Facebook: quale piattaforma scegliere per pubblicare i tuoi video
22 febbraio 2018

Titoli a schermo: una guida di stile per scrivere sui video

Featured Video Play Icon

I titoli a schermo sono i testi che si leggono sui video.

I puristi del cinema vorrebbero che le immagini si raccontino da sole. Al contrario i video digitali ci hanno abituati ad un uso massiccio dei testi. Nell’era della multimedialità, la parola scritta aiuta ancora a capire ed emozionare. In parte supplisce ad una fruizione dei video spesso priva di audio e sonoro.

Questo video racconta la mia personalissima guida di stile per testi efficaci e leggibili, immediati e riconoscibili.

Il testo sulle immagini, si leggere da solo. Questo vale anche per manifesti e cartoline ma in modo particolare per il video che ha una durata e lo spettatore non può decidere quanto tempo soffermarsi. Puoi anche mettere in pausa ma  ferma il flusso di informazioni.

Quando pubblichi un video non sai se il tuo pubblico attiverà l’audio o meno. E’ probabile che non lo farà in Facebook e magari sì in YouTube. I testi aiutano quindi a dare un senso allo scorrere delle immagini.

Spesso mi imbatto in video che sembrano confondere la titolazione a schermo con didascalici sottotitoli.

I titoli a schermo sono parte integrante del racconto, sintetizzano ed emozionano, completano le immagini, cadenzano il ritmo del racconto, definiscono il tuo stile.

I sottotitoli assicurano l’accessibilità di un video ai non udenti oppure a chi non capisce perfettamente una lingua. Sono file di testo che vengono caricati su una piattaforma e viene dato allo spettatore la facoltà di attivarli o disattivarli. Sono utilissimi sono una cosa diversa.

Ecco quattro personalissime regole per creare titoli a schermo efficaci

#1 Parole con il contagocce

Un titolo a schermo deve essere breve. I 120 caratteri di twitter solo l’equivalente di un poema per il testo in un video. Il limite che personalmente mi do so sono 10 parole. Spesso sto anche al di sotto. Raramente mi concedo qualche eccezione.

Quando ho bisogno di dire concetti più complessi e lunghi utilizzo alcuni stratagemmi: schematizzo il pensiero in punti, individuo parole chiave ed evito la costruzione classica della frase. Cerco quindi di eliminare sistematicamente ogni elemento che possa appesantire il testo.

#2 Gerarchia e riconoscibilità

Nei testi a video come nella grafica stabilisci una gerarchia tra titoli e sottotitoli

Utilizza gli stili bold o black. Sono quelli più spessi e grossi. Si leggono meglio e creano maggiore contrasto con lo sfondo. Leggere su un video è più faticoso che leggere sulla carta o su una fotografia dove puoi scegliere i tempi. Usa invece una font più sottile e complementare per i concetti secondari.

Ricorda inoltre che, anche i testi a video raccontano di te. Fanno parte della tua immagine coordinata. Insieme a sito internet, biglietti da visita, materiale cartaceo racconta di te. Sii coerente nei colori, nello stile e nei caratteri: quando hai trovato la tua linea portala avanti con costanza.

#2 Sfondo e colori

Scrivere sulle immagini in movimento significa che i colori sullo sfondo sono variegati e soprattutto cambiano anche nei pochi secondi che occorrono per leggere un breve testo.

Ecco alcuni consigli per dei titoli a schermo efficaci:

  • cerca gli spazi vuoti e prova a pianificarli e creali in fase di registrazione delle immagini: può essere una parete dietro di te, il cielo oppure un prato
  • creare uno sfondo per i tuoi testi: può essere un rettangolo o un effetto pennellata, un colore opaco o semi trasparente. Quello che si addice meglio al tuo stile e rende anche il tuo video riconoscibile

Puoi trovare infiniti altri stratagemmi l’obiettivo fondamentale è mettere in risalto i testi e facilitare la lettura

#4 Ritmo

Come tutto ciò che riguarda il montaggio video, anche i titolo a schermo hanno a che fare con il ritmo. Entrate, uscite, durata devi riuscire a dosare il tutto. Posso dirti due cose.

  • Non rovinare la sorpresa: evita quindi di anticipare un concetto che non hai ancora detto a parole
  • Calcola il tempo: lascia ai titoli il tempo per essere letti e guardati ma non permettere che annoino

Non ci sono troppe regole in questo. E’ un’abilità che si acquista con la consapevolezza e la pratica di scrivere, rileggere e riguardare.

Ti ho convinto sull’utilità ed efficacia di titoli belli ed accattivanti? In questo tutorial in cui spiego come inserire titoli in un video e personalizzarli in Filmora, un programma stiloso di post produzione video.

Ancora non ricevi la newsletter? Iscriviti per una dose mensile di i[N]spirazione visiva: idee e aggiornamenti per auto-produrre video seriali.  Insieme scarichi la guida “crea il tuo set TV”

HAI PERPLESSITA' o DOMANDE ?

Ti contatto per fissare 15 minuti di video consulenza GRATUITA, capire le tue esigenze e dirti come posso aiutarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.