una scena di au bout de souffle
Effetto Montemagno: come tenere alta l’attenzione del tuo spettatore con un taglio
7 Novembre 2017
lezioni di video making
Non solo fitness: a lezione di video making da COCOIRIS
22 Novembre 2018

Breaking Bad: 2 lezioni per scrivere il copione dei tuoi video

Vince Gilligan - Titoli di coda

Breaking Bad non credo abbia bisogno di presentazioni (nel caso puoi consultare le voci su imdb e wiki). E’ una pluirosannata serie prodotta da Vince Gilligan per la pay TV. E’ considerata una delle migliori serie di sempre ed ha ricevuto eccellenti recensioni, anche e soprattutto per la sceneggiatura.

Probabilmente è esagerato scomodare una mega produzione statunitense per scrivere il copione di video auto-prodotti per YouTube, FaceBook o IGTV. Può darsi; cercare ispirazione da chi ha tenuto mezzo mondo con il fiato sospeso per 5 stagioni mi sembra un bell’esercizio.

Imparare dai migliori è quanto mi impegno a fare, sempre.

# dalla sceneggiatura al canovaccio

Il paragone è sommario; lo premetto io stessa. Il testo preparatorio di un filmato senza dialoghi e senza una vera storia non è una sceneggiatura. Tecnicamente sono due cose diverse. Video monologhi e video di montaggio si preparano con uno script: si può tradurre con scrivere il copione. E’ una scaletta con una traccia del parlato. Generalmente non si ripete mnemonicamente il testo, perché perderebbe freschezza ed efficacia; soprattutto se lo speaker non è un attore rodato.

Personalmente preferisco il termine di canovaccio, perché è più realistico per questi video. Nel canovaccio si indicano gli elementi base dello svolgimento della trama. “In modo particolare nella commedia dell’arte il canovaccio forniva la traccia sulla quale si sviluppava l’improvvisazione teatrale degli attori.” (Wikipedia)

Arrivo al punto le due lezioni da prendere da Breaking Bad per scrivere il copione dei tuoi video. Ho creato una rudimentale galleria di fotogrammi e racconto qualcosa della trama ma se non hai visto l’episodio

[layerslider id=”2″]

Breaking Bad: il teaser prima della sigla

La sequenza di apertura del primo episodio è surreale. Ricordo di averla guardata a bocca aperta. Diventa ancora più assurda nel contrasto con le immagini che arrivano dopo i titoli di apertura: la triste giornata del protagonista Walter White. A questo punto la distanza tra l’uomo che guida un camper in mezzo al deserto – in mutande, con una maschera antigas e nasconde una pistola nelle mutande per poi puntarla verso una strada vuota – e lo sbiadito professore di liceo stuzzica la curiosità.

protagonista + mutande + pistola

Ovvio che continuerai a guardare la prima puntata per sapere come il protagonista si caccia in quella situazione.

Ok, questo cosa vuol dire per te che vuoi scrivere il copione per auto-produrre un video che racconta la tua impresa, i tuoi prodotti, le tue passioni?

I primi minuti sono fondamentali quando ti siedi a pensare e scrivere il copione dei tuoi video. Le primissime immagini sono quelle in cui il tuo spettatore deciderà se continuerà a guardare o meno il resto. La scelta avviene in una manciata di secondi: i dati sono diversi secondo le piattaforma ma non si va oltre i 15 “.

Breaking Bed utilizza anticipazione e spettacolarità.

  • L’anticipazione è sfruttata tantissimo in parecchie episodi della serie ma anche in altre produzioni. In video meno narrativi l’anticipazione si può tradurre con l’anticipare il risultato del video-tutorial: puoi mostrare la torta pronta prima della preparazione, il risultato di un esperimento prima del procedimento, l’efficacia di una strategia prima dei tuoi consigli.
  • La spettacolarità è più complessa; forse non si adatta ad ogni esigenza. Tuttavia quando esci dal tuo studio o dal tuo salotto non mancano occasioni per girare immagini belle, assurde e divertenti. Idearle e crearle  è un ottimo allenamento per migliorare costantemente la tua narrazione.

Non limitarti ad esporre il tuo contenuto in modo lineare. Gioca con le anticipazioni e con la temporalità, metti immagini e parole potenti per l’inizio, i programmi di montaggio digitali -non lineari- hanno reso facilitato enormemente la prolificazione di storie non lineari.

# Breaking Bad: il finale che non conclude

Alla fine del primo episodio il nostro eroe torna a casa, dopo essere uscito di strada con il camper in mezzo al deserto e aver brillantemente superato una complicata e surreale prova di coraggio. Non capiamo subito se sia soddisfatto e spaventato da quanto è accaduto.

Walter White si infila nel letto con la moglie e capiamo che è cambiato, anche nell’intimità del rapporto di coppia. E’ lei stessa a dire “Walt, ma sei tu?”. Così si conclude il primo episodio.

protagonista + moglie a letto

Ovvio che continuerai a vedere l’intera serie e anche le quattro stagioni successive perché il cambiamento – evoluzione e involuzione – del protagonista ti terrà incollato allo schermo.

Il finale non conclude, anzi. Nel primo episodio, e in generale nella prima serie, il finale è liberatorio ed enigmatico.

  • Liberatorio perché in ogni puntata il protagonista compie un nuovo passo verso il cambiamento. Nella scena finale dell’episodio gioiamo con Walter White perché sta acquistando fiducia nelle proprie potenzialità e prendendo in mano le redini della sua vita. Il progredire delle stagioni portano il protagonista a scelte sempre più difficili da sostenere, la sensazione che ti resta addosso cambia e diventa spesso amarezza. In ogni caso non lasciano mai indifferente.
  • Enigmatico perché si apre a infiniti possibili sviluppi della storia. Resti sbigottito e ti domande cos’altro può succedere per risolvere la situazione. Il cambiamento, la presa di coscienza e le scelte decisive generano empatia verso il protagonista e catturano l’attenzione dello spettatore. Cerca quindi di creare curiosità

Non lasciare che la fine di un episodio sia la sua conclusione. Quando devi scrivere il copione del tuo video dedica attenzione alla conclusione affinché emozioni e crei aspettative.

  1. anticipa contenuti del tuo prossimo video
  2. suggerisci dettagli che non puoi rivelare
  3. lascia delle questioni in sospeso
  4. poni delle domande che meritino risposte
  5. invita le persone a interagire per un motivo

Incuriosisci rispetto a quanto accadrà il protagonista; perché un protagonista c’è sempre.

Pre produzione: scrivere il copione

Troppo spesso le domande che mi arrivano riguardano l’attrezzatura: il tipo di telecamera o il programma di editing. Mi sono quindi divertita a trattare l’argomento: scrivere il copione di un video. La tecnica non è irrilevante nel cinema e nella produzione di audiovisivi in generale, spesso ha determinato cambiamenti epocali. Tuttavia le scelte rispetto all’attrezzatura vengono sempre dopo il contenuto, ritmo, tempistica, atmosfera e immagini perché creare un video NON è solo una questione tecnica.

Quello che conta sono le emozioni che crei, anche se hai la miglior telecamera in commercio e sai usare uno o più programmi di video editing, color grading e motion graphic design. Un filmato va innanzitutto ideato e poi inizi a crearlo in PRE produzione per sfruttare potenzialità e limiti dalle immagini che puoi girare per dare forma alla tua storia.

Curiosa di sapere come si può fare? Guarda qui sotto 🙂

 

Silvia Bevilacqua

maestra di videoMAGIE

Creo video e insegno a farlo
a chi ha un'impresa STRAordinaria da raccontare

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.