Featured Video Play Icon
Jump cut per catturare l’attenzione del tuo pubblico. Prove pratiche con Filmora
14 Dicembre 2017
titoli a schermo
Titoli a schermo: una guida di stile per scrivere sui video
8 Febbraio 2018

Dirette Facebook e YouTube 4 + 1 segreti per migliorarle

dirette facebook e youtube

Realizzare dirette Facebook è immediato e abbastanza semplice con YouTube. Puoi però fare la differenza con i miei 4 + 1 segreti per realizzare i tuoi video.

Le dirette video sono utilissime per coinvolgere il pubblico, creare una reale interattività con chi ti segue sui social e girare dei video senza troppe conoscenze tecniche.

Inoltre i video realizzati in diretta non vengono cancellati, sia su Facebook che su YouTube, ma sono conservati sulle rispettive piattaforme. Possono quindi essere riguardate a giorni e mesi di distanza, creano un archivio e raccontano del tuo brand. E’ utile dedicare attenzione alla loro realizzazione.

#1 alza camera e monitor

Se vuoi dare un tocco di professionalità e distinguerti, posiziona la telecamera all’altezza del viso prima di iniziare le tue dirette Facebook o YouTube.

Le dirette, sono generalmente girate con la webcam del portatile. Il risultato è che l’immagine è angolata dal basso con la lente della webcam che deforma leggermente i tratti e ingigantisce il naso. Se ti vedi brutta quando ti rivedi non è colpa del video ma di come usi camera e accessori.

Spank nelle immagini delle dirette

Io utilizzo questo oggetto IKEA, Variera. Ha un’altezza funzionale. In alternativa puoi impilare grossi libri, quadernoni A4 o dispense. E’ un sistema economico di rinnovare le tue immagini e vale sicuramente la pena di provarci.

#2 attenzione alla luce

La qualità della luce è la prima responsabile della definizione delle immagini. Il sole è la miglior fonte luminosa. E’ probabile però che le tue dirette Facebook o Youtube siano dalla tua scrivania di lavoro e che la luce sia quella che entra dalla finestra.

Attenzione però a non accendere la normale luce della scrivania o del lampadario. Il sole e le lampadine hanno un colore diverso. Non mi dilungo qui; se vuoi approfondire l’argomento puoi scaricare ma mia mini guida gratuita “crea un set TV”.  Il semplicissimo consiglio è avvicinati ad una finestra. Scegline una da cui entri una luce indiretta in quel momento del giorno. Apri le tende, che comunque rabbuiano, sposta la scrivania se è necessario o improvvisa un appoggio alternativo: l’unica cosa che il tuo pubblico vede è un rettangolo alle tue spalle. Usa quindi l’immaginazione.

#3. investi in un microfono

L’audio è importante quanto il video. Immagino tu abbia informazioni interessanti che racconterai con la voce, come se clienti e followers stessero davanti a te. Il microfono del portatile non ha una grande qualità. Inoltre registra tutti rumori d’ambiente. Se c’è eco nella stanza la registrazione ne risente e se devi utilizzare la tastiera del computer il suono copre la tua voce.

lapel mic per dirette facebook e youtube

La bella notizia è che con 10 o poco più puoi acquistare un microfono lavalier o lepel. Sono microfoni piccolini che si agganciano ai vestiti e praticamente non si vedono. Non sono prodotti professionale ma la qualità dell’audio – e del video – delle tue dirette Facebook o Youtube avrà immediatamente un netto miglioramento. Presta attenzione al mini jack prima di fare l’acquisto. Se non conosci la differenza tra uno spinotto TRS e TRRS ti consiglio di scaricare la guida crea un set TV. In alternativa le auricolari del telefono sono decisamente meglio del microfono integrato (puoi evitare però di agganciarle all’orecchio). Oppure le classiche cuffie con microfono da telefonista.

#4. guarda in camera

So che hai davanti un monitor che attira continuamente la tua attenzione; probabilmente leggi i commenti durante le tue dirette Facebook o YouTube e ti sembra che il tuo pubblico sia lì ma non è così.

Anche se schermo e camera sono molto vicini lo spostamento dello sguardo si nota. Se vuoi parlare ai tuoi spettatori guardando dritto negli occhi devi fissare quella piccolissima webcam che a volte è anche difficile da focalizzare. I saluti e le risposte concentrali in alcuni momenti che annunci. Quindi stacchi gli occhi dalla camera e dal tuo pubblico e leggi sullo schermo

sii visivo nella tua comunicazione

I video funzionano per vari motivi. Uno è che ci sei proprio tu dall’altra parte dello schermo e della telecamera e le persone tenderanno a fidarsi e ricordarsi di te. L’altro è che se stimoli la vista, oltre che l’udito, il pubblico sarà più attento e quindi ricettivo.

Dieci minuti di camera fissa su uno speaker sono tanti da seguire. Usa le mani e soprattutto la fantasia per movimentare la scena. Mostra oggetti, libri e qualsiasi cosa possa essere utile a visualizzare i tuoi concetti.

Tieni presente inoltre che le dirette Facebook e YouTube ti permettono di mostrare lo schermo del computer. Puoi quindi preparare delle presentazioni con immagini e disegni. Questo sarebbe un capitolo a parte e, se ti interessa, scrivi nei commenti così so orientarmi nei tutorial.

Ti è venuta voglia di sperimentarti davvero con il video e non sai da che parte iniziare? Qui sotto c’è un percorso pensato per chi vuole iniziare e non sa bene come.

 

Silvia Bevilacqua

maestra di videoMAGIE

Creo video e insegno a farlo
a chi ha un'impresa STRAordinaria da raccontare

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.