Programmi di montaggio video gratuiti
Programmi montaggio video gratuiti: 4 alternative a MovieMaker
7 Marzo 2019

VideoMAGIE: creare video efficaci con uno smartphone

videomagie senza andare a hogwarts

Videomagie senza andare ad Hogwardts: creare video efficaci con lo smartphone è il titolo del mio speech al Freelance Day 2019 di Torino. Questo post integra la presentazione e raccoglie link a prodotti, applicazioni e tutorial che non ho potuto inserire nelle slide minimali.

Ecco le 6 idee per migliorare i tuoi video con un pizzico di consapevolezza tecnica, qualche gadget e le mie app preferite.

#1 metti il telefono in modalità aeroplano

Non te lo perdonerai mai, se ricevi una chiamata mentre riprendi un momento irripetibile o nel mezzo di un discorso particolarmente riuscito. Il video sarà rovinato e dovrai rifare tutto da capo e magari non riuscirai a riprodurre quell’inquadratura. Fai una cosa alla volta e metti il telefono in modalità aeroplano, così sei sicuro che nessuno di disturberà.

#2 usa esposizione e messa a fuoco manuale

Indica al telefono quale è il punto focale dell’inquadratura. Gli smartphone sono congegni molto intelligenti ma tu sei più creativo. Spiegagli quindi, con il tocco delle tue dita, in quale punto calcolare messa a fuoco ed esposizione. In alcune situazioni è utile bloccare i parametri per evitare quel fastidioso effetto di rimessa a fuoco o cambio colori. Tieni premuto per 3-5 secondi e apparirà la scritta blocco AF/AE che sta per auto focus e auto esposizione.

blocco esposizione e messa a fuoco

Nelle app integrate messa a fuoco ed esposizione coincidono per semplificare l’utilizzo della camera. Puoi creare effetti originali con applicazioni avanzate in cui puoi impostare esposizione e messa a fuoco in due punti diversi.

FilmicPro è l’applicazione meglio conosciuta e più diffusa. E’ compatibile e integrata con diversi dispositivi quali stabilizzatori elettronici DJI Osmo Mobile e Zhiyun Smooth 4 e lenti anamorfiche della Moondog. E’ multipiattaforma, puoi installarla su iOs e Android, ma non ha una versione di prova.

fuoco ed esposizione manuali

Ci sono app alternative con cui sperimentare le potenzialità delle impostazioni manuali. Puoi testare in versione prova, con loghi e limitazioni, ProMovie in ambiente iOs e Camera FV-5 per Android.

#3 conosci l’obiettivo

Le lenti deformano la realtà non la riproducono fedelmente. Alcune ottiche sono più fedeli alla percezione dell’occhio umano ma queste non sono montate normalmente sugli smarphone, a meno che tu non ne possieda uno dual lens.

Se nei video selfie ti vedi con un naso sproporzionatamente grande è una questione ottica non di foto/video genia. Si può giocare con questo effetto e se sei soddisfatto della tua immagine è perfetto; in alternativa prova a cambiare la distanza della video camera e l’angolazione.

creare video efficaci con uno smartphone

Migliora i tuoi video con un post-it è un articolo in cui svelo un semplicissimo trucco per migliorare i tuoi video e creare un contatto visivo tra te e tuoi i tuoi spettatori.

#4 investi in un microfono esterno

Il microfono del telefono è inadeguato a registrare un audio di qualità. La soluzione immediata è utilizzare le auricolari in dotazione, anche se sconsiglio quelle bluetooth perché inaffidabili nella trasmissione. In alternativa puoi acquistare un microfono esterno.

Questi sono i modelli più funzionali. Ho scelto tre tipologie di microfoni in base a diagramma polare e modalità di utilizzo. Se queste parole ti sono sconosciute, ho spiegato tutto qui.

microfoni per smartphone e tablet
Microfoni per smartphone, tablet e laptop: connettore minijack 3.5 mm
  • Il microfono da bavero, pulce, lepel o lavalier, comunque lo tu voglia chiamare è il BOYA M1. Lo trovo fantastico perché preamplificato e il cavo è lungo circa 6m: idea semplice ma non scontata
  • Il mini microfono direzionale della RODE Videomic Me ha la particolarità di agganciarsi direttamente allo smartphone senza la necessità di montare un aggancio con la slitta, di cui parlo dopo.
  • Il gelato iRic Mic della IK Multimedia è il classico microfono da intervista ottimizzato però per registrare con smartphone, tablet e laptop

Microfoni ce ne sono un’infinità tra cui scegliere. Prima dell’acquisto fai attenzione al mini jack: lo “spinotto”. Qui mostro la differenza tra i microfoni progettati per foto/video camere e quelli per laptop e smartphone.

I microfoni selezionati sono invece ottimizzati per smartphone, tablet e laptop con ingresso per il connettore mini jack da 3.5 mm. E’ il “buchino” standard degli auricolari: quello che avevano praticamente tutti i dispositivi fino al 2017.

La questione connettori si sta complicando. Sempre più smartphone di fascia alta abbandonano questo standard: l’iPhone 7 è stato il primo ma altri stanno seguendo l’esempio. Approfondisco l’argomento nella guida crea il tuo set TV: iscriviti alla newsletter e scarica la guida.

#5 stabilizza l’immagine e delega

Una ripresa stabile garantisce un impatto professionale ai tuoi video. Il modo più semplice è assicurare lo smartphone ad un treppiedi. Ce ne sono di tipologie diverse, queste sono alcune.

  • Treppiedi Amazon basic è adatto a smartphone, tablet e macchine fotografiche compatte e leggere
  • Gorilla Pod della Joby è un piccolo treppiedi snodato che puoi agganciare ovunque. Questo sistema che ha rivoluzionato il modo di posizionare la camera e apre infinite possibilità originali e creative.
treppiedi e agganci per smartphone e tablet

Smartphone e tablet non hanno il foro filettato per la vite come macchine fotografiche e telecamere. Hai bisogno di un aggancio per assicurarla al cavalletto

  • Aggancio per cavalletto e impugnatura per riprese a mano: questo smartphone rig è della Neewer . E’ dotato di un aggancio a slitta dove poter agganciare l’attrezzatura per fotocamere come un microfono shotgun oppure una luce LED.
  • Aggancio per cavalletto ha la particolarità di poter essere ruotato di 90 gradi in modo da realizzare agevolmente inquadrature verticale e orizzontali. Non è particolarmente stabile ma all’evenienza può essere appoggiato a un tavolo
  • Aggancio per tablet della Zacro è utile per posizionare il tablet su un cavalletto fotografico. Non è particolarmente robusto ma è pratico per riprese in interno, superfici piane e senza inclinazione della testa.

Nella guida gratuita Crea il tuo set TV trovi altri suggerimenti per l’attrezzatura. Treppiedi per camere pesanti come reflex e mirror less e utilizzi più creativi. Iscriviti alla newsletter di i[N]spirazione visiva e scarichi la guida

#6 edita i video

App per editare i video da smartphone ce ne sono un’infinità. Praticamente tutte offrono piani in abbonamento mensile e originali librerie di effetti speciali. Solitamente le puoi provare in versione gratuita con limitazioni e loghi in sovrimpressione.

Quelle che ti propongo qui sono gratuite perché sono sviluppate da GoPro, specializzata nello sviluppo e commercializzazione di action cam.

A Quik Stories ho dedicato due tutorial. Questo focalizzato sulla creazione di video con foto e musica e quest’altro in cui mostro come lavora l’intelligenza artificiale nell’editing delle clip video. Splice ha effetti meno appariscenti ma funzionalità interessanti. La principale è senza dubbio la possibilità di registrare un commento vocale alle immagini direttamente in app. Ne parlo in questo post e video.

Smartphone e -soprattutto- tablet possono gestire progetti di montaggio video sofisticati e professionali. I programmi che ho selezionato qui sotto si differenziato da precedenti, e dalla maggior parte delle app in circolazione, perché possono gestire più tracce video in sovrapposizione.

  • Luma Fusion è utilizzata nell’ambiente del mobile journalism. E’ potente ed altamente personalizzabile. Funziona solo in ambiente iOs ed è acquistabile con licenza
  • Kine Master è l’altra app di editing professionale da mobile. E’ multipiattaforma e offre template ed effetti preconfezionati. Propone piani di abbonamento mensili
  • Power Director è l’app della Cyberlink, nota per programmi di editing foto, audio e video per Windows. E’ disponibile solo in abbonamento e per utenti Android
  • CuteCut è decisamente l’app meno conosciuta. E’ però versatile e creativa: puoi importare font scaricate e acquistate altrove, scrivere e disegnare a mano libera e animare qualsiasi elemento. E’ multipiattaforma e acquistabile con licenza.

Il video editing da mobile è funzionale per chi ha la necessità di girare, editare e pubblicare in tempi molto ristretti. Queste quattro app sono decisamente più maneggevoli se usate da tablet perché le dimensioni dello schermo sono maggiore.

In alternativa l’editing video da desktop offre diversi vantaggi, soprattutto a che è abituato ad usare il mouse. Qui trovi 4 programmi di montaggio video gratuiti per ogni sistema operativo.

Se oltre ad attrezzatura e programmi hai bisogno di qualche indicazione su come allestire un set, come posizionare la camera e montare delle luci. Nella guida gratuita Crea il tuo set TV c’è tutto. La scarichi qui sotto inscrivendoti alla newsletter

E lo stile? Non potevo raccontare tutto in 30 minuti di speech e un post di un blog. La discussione continua con le vostre domande e i nostri suggerimenti sul gruppo FaceBook Video con Stile: per creare video con uno smartphone davanti e dietro la camera.

Siamo io – Silvia Bevilacqua – e Giuliana Ubertini per la parte di camera speaking. L’hai probabilmente conosciuta nell’edizione 2018 del Freelance Day. E’ un’idea appena nata per aiutarti a raccontarti in video.

Ti aspettiamo 🙂

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.