video delle vacanze
5 strumenti da mettere in valigia per girare stupendi video delle vacanze
1 Agosto 2017
microfono
Come migliorare i tuoi video con 15 euro: guida in 3 passi per scegliere il microfono
31 Ottobre 2017

Se i tuoi video su YouTube non decollano: ecco come aumentare le visualizzazioni dei video

aumentare le visualizzazioni dei video

Hai investito tempo ed energie a ideare e confezionare il tuo canale YouTube ma le visualizzazioni stentano a decollare? Sei soddisfatta dei tuoi video e i tuoi fedelissimi lettori sono entusiasti ma dopo un paio di settimane le visualizzazioni sono stabili?

Tranquilla. E’ un problema di SEO.
Si risolve con qualche trucco e un pizzico di consapevolezza.

Non voglio e non posso dilungarmi su SEO e dintorni; mi limito a YouTube ed alle due incredibili potenzialità, spesso sottoutilizzate.

A differenza di Facebook infatti, YouTube è una piattaforma di ricerca. Ti sarà capitato di trovare video YouTube nella top 10 dei risultati google, quando cerchi un tutorial per realizzare un’idea che ti gira per la testa. La stessa cosa non avviene per altre piattaforme social. 

Scontato. Tuttavia, sbirciando tra tanti canali, pochi youtubers sfruttano questa opportunità. Ai tempi dei social, ci siamo abituati a timeline frenetiche che nascondono ogni contenuto dopo 3 giorni di tranquillità nei commenti.

YouTube è più SEO che social.
Vale la pena investire qualche minuto per confezionare video e le informazioni attorno. Ecco la mia ricetta.

3 campi da non lasciare vuoti

Un video è impermeabile ai motori di ricerca. E’ fondamentale fornire informazioni sul contenuto del video per semplificare la vita a chi cerca le tue informazioni e aumentare le visualizzazioni dei video. Utilizza quindi tutti i campi per dare informazioni sui contenuti.

Titolo: 100 caratteri

Struttura il tuo titolo dosando fantasia e precisione. Usa un inizio accattivante e aggiungi un sottotitolo che spieghi il contenuto; è uno stratagemma utile e consolidato. Questo aspetto non è molto diverso dal titolare un post ottimizzato SEO. Serve solo un po’ di pratica.

Tieni presente che – anche nelle ricerche di google – un video YouTube viene sempre mostrato con titolo e immagine di anteprima. La parte creativa e accattivante la puoi lasciare alla thumbnail, un’immagine che puoi creare a parte e caricare indipendentemente dal video. Il titolo può anche essere didascalico con un’anticipazione del numero di trucchi o degli argomenti trattati.

Descrizione: 5000 caratteri

Non è necessario inserire l’intero testo del video. La trascrizione può invece essere utilizzata per creare i sottotitoli (caption). E’ utile invece scrivere un riassunto che riprende il titolo e dettaglia gli argomenti trattati. Ecco alcuni accorgimenti utili per sfruttare il campo descrizione:

  • crea dei capitoli. Se scrivi il minutaggio (ad esempio 02:32) i numeri diventano link che rimandano al punto esatto del video. E’ uno strumento efficace per facilitare la fruizione del video e migliorare l’indicizzazione dei contenuti
  • inserisci dei link. Se citi altri contenuti, tutorial, libri o risorse esterne di qualunque altro tipo, puoi utilizzare lo spazio della descrizione come le note di un libro con i relativi link utili.
Tag: 500 caratteri

Le parole chiave sono la vera risorsa di YouTube per aumentare le visualizzazioni dei video. I caratteri disponibili non sono pochi e vale la pena sfruttarli tutti fino all’ultimo spazio. Nella compilazione è bilanciare due tipologie di tag: parole o minifrasi chiave:

  • le parole chiave ricercate e pertinenti affinché il tuo video appaia nelle ricerche correlate
  • parole chiave specifiche che intercettano chi sta cercando quell’argomento e sono generalmente meno comuni

Un trucco per scegliere le “frasette chiave” è quello di pensare le parole come le cercherebbe il tuo spettatore ideale; che ha un problema e non padroneggia un lessico specifico.

Una piccola modifica può migliorare significativamente la rintracciabilità di un video. Ora ti mostro un paio di strumenti ed esempi utili.

2 strumenti utilissimi per monitorare le parole chiave

Ecco due risorse utili per sondare le ricerche in rete, analizzare le parole chiave e quindi aumentare le visualizzazioni dei video. Entrambi i siti hanno servizi pro per gli abbonati e funzionalità base che semplificano la vita a tutti.

Keyword Tool

uno strumento per aumentare le visualizzazioni dei videoE’ un sito che ti propone una serie di parole associate al tuo argomento principale. I volumi di ricerca sono oscurati e disponibili solo a chi sottoscrive l’abbonamento. Inserire le parole tue parole chiave è comunque stimolante per trovare associazioni a cui non avresti pensato. Alcune poi non interessano.

Ad esempio quando ho fatto le mie ricerche ed ho inserito “Filmora”, il nome del software su cui stavo realizzando dei tutorial, ho trovato molte associazione con “crack” o “serial key” ma non riguardava i miei contenuti e non l’ho inserito tra i tag del video. Altre associazioni invece come “effect” oppure “audio” mi sono state utili.

Tube Buddy

TubeBuddy uno strumento per aumentare le visualizzazioni dei video su YouTubeE’ un sito che necessita di un’iscrizione con opzione gratuita e servizi aggiuntivi a pagamento ed è anche un’estensione da installare sul tuo browser. Ha davvero parecchie funzioni; in queste poche righe mi focalizzo esclusivamente sulla funzione che ti permette di controllare quali sono le parole chiave di un video di YouTube (tutti non solo i tuoi) quali sono le parole chiave e tra queste quelle più ricercate.

Ecco cosa ho scoperto riguardando a distanza di qualche mese gli ultimi video tutorial pubblicati per mostrare come utilizzare il software Wondershare Filmora.

La metà dei miei tag giravano attorno alle parole chiave “video editing tutorial wondershare filmora”.  Quello che ho notato è che le parole chiave più specifiche sono quelle in cui i miei video scalano le classifiche. Le tag evidenziate sono chiavi comunque ricercate e quindi che generano più traffico. Sono le keyword che riprendevano i titoli dei capitoletti, aggiunte per maniacale puntigliosità descrittiva. Ecco alcuni esempi

  • zoom digitale
  • inserire titoli
  • immagine nell’immagine
  • montaggio video
  • schermo verde

N.B  nelle ultime due ho banalmente tradotto le espressioni inglesi gettonatissime tra gli addetti ai lavori

1 esercizio da fare subito per aumentare le visualizzazioni dei video

Entra nella pagina di gestione video del tuo canale YouTube e rivedi i campi di cui ho parlato sopra.

  • Se il video è già stato pubblicato, non cambiare il titolo ma tieni presente le indicazioni per la prossima volta. Puoi migliorare e arricchire la descrizione in modo da fornire a chi ti cerca e alla piattaforma che usa maggiori informazioni sui tuoi contenuti.
  • Se avevi già inserito delle parole chiave, analizza le indicazioni fornite da TubeBuddy. Se per esempio il tag più ricercato è il tuo nome e cognome oppure il nome della tua attività, va benissimo ma stai sfruttando sono una parte delle potenzialità di YouTube che potrebbe servirti a portarti nuovi contatti e aumentare le visualizzazioni dei video. Con TubeBuddy puoi anche sbirciare le parola chiave dei tuoi concorrenti, quali usano e quali sono ricercate.
  • Aggiungi tag. Sfrutta la fantasia senza barare ovviamente. E’ ottimo indicare argomenti specifici di cui tratti nel video, usando anche espressioni meno professionali. E’ inutile inserire parole chiave molto ricercate ma che non c’entrano nulla.

Se il tuo canale YouTube è ancora un progetto, può tornarti utile la mia guida “crea un set TV nel tuo studio” per avere un’idea dell’attrezzatura e dell’organizzazione.  Al montaggio video con Wondershare Filmora ho dedicato 4 video tutorial come ho spiegato qui.

 

Hai voglia di sperimentarti?

freccia
Crea un set televisivo nel tuo studio

scarica la guida

crea un set televisivo nel tuo studio

i[N]spirazione visiva

newsletter mensile dedicata a chi vuole produrre, girare e condividere video


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.